Home

Ėl Castel dėl nebbie

Seconda commedia scritta da Giovanni Cravero. La commedia si articola su tre atti ed č un giallo comico. Giallo perché la storia di un vero e proprio giallo si tratta, uno di quelli con tanto di vittima, colpevole e commissario cretino che indaga. E gią perché il commissario Giacomo Tardo, magistralmente interpretato da  "Enrico Gastaudo", non č propriamente un'aquila. Per fortuna la giornalista Mena (Maria Cristina Cagnazzo) che si interessa del caso l'aiuterą a non perdere la faccia scoprendo il colpevole.  Ma, pur essendo un giallo si ride anche, e molto, perché gli avvenimenti che si susseguono sono costellati di gags veramente spassose.

Trama

Catterina Barbi (Giovanna Bovio), la governante del conte Eugenio Rondivalle (Giovanni Cravero), conte di Roccabruna, come tutte le mattine da la sveglia a tutto il castello. Una mattina, perņ, il risveglio č un po’ caotico. Č capitata una disgrazia, un cataclisma, una catastrofe. Ma cosa?

Birichini !! Volete che vi raccontiamo tutto prima ancora d’incominciare? E poi, basta dare un’occhiata ai personaggi per capire che non sarą una storia come le altre. Un maggiordomo, un commissario, una giornalista, per non parlare poi di una ragazza misteriosa. Ci sono tutti gli ingredienti per una serata divertente ed intrigante. 

Seguite con attenzione le vicissitudini del commissario Tardo, di Mena, la sua assistente e degli altri abitanti del castello; ne scoprirete delle belle.

Buon divertimento